Emissioni ridotte, maggiore formazione, e 130 progetti a vantaggio del territorio: sono i principali risultati del bilancio di sostenibilità di Assolombarda, il secondo redatto dall’associazione imprenditoriale più grande del territorio di Confindustriua. Questo rapporto rappresenta un fondamentale pilastro della strategia ESG dell’associazione, dettagliando gli obiettivi raggiunti e le attività svolte in ambito ambientale, sociale e di governance.
Dopo il coinvolgimento degli stakeholder, sono emersi i temi rilevanti su cui concentrare l’azione, con un’importanza crescente per alcuni settori: diversità e inclusione, innovazione e digitalizzazione, relazioni industriali e sindacali, formazione, etica, integrità e trasparenza. Complessivamente, sono stati realizzati 130 progetti a favore della comunità e del territorio, il doppio rispetto al biennio precedente. In termini di formazione, sono state erogate quasi 1800 ore al personale, registrando un aumento del 22% rispetto al 2022. La formazione si è estesa anche all’esterno, coinvolgendo oltre 17.000 giovani in attività di orientamento.
Grazie alla riduzione dei consumi, le emissioni prodotte sono diminuite del 10% rispetto al 2022, e una sezione dedicata alla sostenibilità è stata ampliata sul sito web, arricchendo i servizi ESG offerti. Altri temi intrapresi riguardano la sensibilizzazione sulla diversità e inclusione e sull’uguaglianza di genere, e contemporaneamente, il rinnovamento del Palazzo Assolombarda di Gio Ponti in ottica inclusiva e sostenibile ha dato vita ad nuovi spazi comuni aperti al dialogo tra imprese e città.
Adottando una prospettiva di lungo termine, si prevede un incremento dei reporting di sostenibilità tra le imprese, con l’UE che punta a una transizione verso un’economia più sostenibile tramite la Corporate Sustainability Reporting Directive ( CSRD).
Alessandro Scarabelli, Direttore Generale di Assolombarda, sottolinea l’importanza di accelerare il cambiamento verso la sostenibilità nel contesto attuale caratterizzato dalle transizioni verde e digitale. Questo cambiamento richiede politiche industriali coerenti e investimenti audaci per sostenere le aziende nel ripensare i propri modelli di business, potenziando l’ innovazione, la formazione e il benessere dei dipendenti per garantire uno sviluppo duraturo e impatti positivi sulle performance aziendali.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/assolombarda-accelera-sostenibilita-AFhBMJAC

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati