Le imprese familiari italiane stanno dimostrando un’apertura senza precedenti verso l’ innovazione e il rischio, emergendo come pilastri dell’economia del Paese. Queste realtà, concentrate principalmente nel settore manifatturiero del Nord Italia, hanno dimostrato un’impressionante capacità di crescita negli ultimi anni, superando le sfide delle crisi economiche e emergendo più forti che mai.
Secondo l’Osservatorio di Global Strategy, il 80% delle imprese familiari classificate come “eccellenti” manifesta un forte interesse verso l’ intelligenza artificiale come opportunità di sviluppo. Tuttavia, solo una minoranza del 19% dichiara di avere una buona comprensione di queste tecnologie, evidenziando l’importanza di un continuo aggiornamento e investimento in competenze.
Queste aziende “eccellenti” hanno registrato una crescita straordinaria nel periodo post-pandemia, raddoppiando il valore della produzione e quadruplicando il reddito operativo rispetto alle altre PMI non classificate come “eccellenti”. Inoltre, si sono distinte per gli elevati investimenti in innovazione, con una parte significativa degli utili reinvestita internamente per sostenere la crescita e lo sviluppo.
L’ export gioca un ruolo fondamentale per queste imprese, con un terzo di loro che generano oltre metà dei ricavi all’estero grazie alla forte internazionalizzazione. Tuttavia, c’è ancora margine di miglioramento nell’adozione dell’ intelligenza artificiale, un settore che promette di rivoluzionare i processi produttivi e che queste aziende si mostrano pronte a esplorare.
La CEO di Global Strategy, Antonella Negri-Clementi, sottolinea l’importanza di sviluppare le competenze necessarie e investire nelle risorse umane per capitalizzare appieno sul potenziale dell’ intelligenza artificiale. Parallelamente, le imprese familiari stanno aprendo sempre di più agli strumenti finanziari alternativi, una transizione positiva guidata anche dall’evoluzione digitale e dall’impegno verso la sostenibilità.
Le sfide della transizione ecologica e digitale richiedono un ripensamento profondo per cogliere le opportunità offerte dai cambiamenti dei tempi. In questo contesto, il dialogo costruttivo tra settore privato e pubblico diventa cruciale, insieme alla necessità di un sostegno adeguato da parte delle istituzioni, come sottolineato da Antonio Calabrò, presidente di Museimpresa.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/imprese-familiari-redditivita-quadruplicata-cinque-anni-AGPERaK

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati