Un importante passo avanti è stato compiuto nel progetto di infrastruttura digitale sottomarina dell’ Unitirreno Submarine Network, la new-co nata nel 2022 da Unidata e dal Fondo Ipcdi di Azimut. Il sistema Open Cable, composto da 24 coppie di fibre ottiche nel Mar Mediterraneo, è prossimo all’entrata in funzione nel secondo trimestre del 2025. Questa infrastruttura all’avanguardia promette di rivoluzionare la connettività nella regione, offrendo soluzioni tecnologiche innovative e personalizzate per le esigenze individuali dei clienti.
L’investimento di circa 80 milioni di euro ha già ottenuto le necessarie autorizzazioni ambientali a Mazara del Vallo, Genova e Roma-Fiumicino, permettendo la creazione di importanti punti di connessione che supporteranno la crescente domanda di connettività nel Mediterraneo. Il progetto, guidato da Alcatel Submarine Networks e Elettra Tlc S.p.A., sta procedendo secondo i piani prestabiliti, garantendo un’attenta integrazione di tecnologie all’avanguardia per una performance ottimale.
Grazie ai permessi di approdo ottenuti, Unitirreno è ora pronta a offrire ai potenziali clienti la possibilità di progettare le interconnessioni con il cavo sottomarino, in vista di una connettività regionale migliorata e affidabile. Il sistema a 24 coppie di fibre ottiche rappresenta un passo significativo verso la realizzazione di una migliore infrastruttura di comunicazione nel Mediterraneo, collegando la regione a importanti nodi di interscambio Internet in Europa.
Parallelamente, i lavori per la costruzione del datacenter a Roma sono in corso, con previsioni di completamento entro la fine dell’anno. L’impegno di Unitirreno nel migliorare la connettività regionale e soddisfare le esigenze di comunicazione crescenti conferma il ruolo di leader nell’innovazione tecnologica nel Mediterraneo.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/accelera-rete-digitale-sottomarina-mar-tirreno-AFmiGOzD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati