Dopo l’approvazione, il 13 marzo scorso, della Legge europea sull’ Intelligenza Artificiale per garantire la sicurezza e il rispetto dei diritti fondamentali, il Consiglio dei ministri italiano approva il disegno di Legge per regolarne l’utilizzo e prevenire l’abuso dannoso per le persone. La Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha preso l’iniziativa di intervenire in questo settore cruciale per controllare lo sviluppo della Tecnologia. L’IA si diffonde in vari settori come industria, servizi, sanità e giustizia, influenzando e trasformando le dinamiche esistenti. Il provvedimento segue l’approvazione del regolamento europeo AI Act con l’obiettivo di mantenere l’uomo al centro delle decisioni. Il ddl prevede la definizione di una strategia nazionale a cura della presidenza del Consiglio per favorire la collaborazione tra enti pubblici e privati. Allo stesso tempo, si introducono norme a difesa del Diritto d’Autore e si potenziano due agenzie per diventare Autorità nazionali per l’IA. La Legge punisce l’abuso dell’IA e incentiva l’ingresso di Esperti e innovatori nel settore. Vuole attrarre Investimenti e talenti per sviluppare la Tecnologia in Italia. Il Governo prevede nuove Sanzioni e agevolazioni fiscali. Il ddl è stato collaborativamente realizzato e apporta modifiche anche al Codice Penale per affrontare l’impatto dell’IA sui reati. L’IA diventa un’opportunità per le Imprese, che dovranno adattarsi per sfruttarne appieno i benefici.

Maggiori approfondimenti: http://www.conquistedellavoro.it/attualit%C3%A0/stretta-sullo-strapotere-dell-intelligenza-artificiale-1.3278297

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati