Un decreto legislativo sulle imposte indirette segna importanti cambiamenti nel panorama fiscale italiano. Il Consiglio dei ministri ha approvato il dodicesimo schema di decreto legislativo, che mira a semplificare le procedure fiscali e a garantire la certezza del diritto.
Una delle principali novità è l’introduzione della dichiarazione di successione precompilata, un passo significativo verso la digitalizzazione e la semplificazione delle pratiche ereditarie. Il decreto mira a ridurre il carico burocratico per gli eredi e i professionisti che li assistono, alleggerendo il contenuto della dichiarazione di successione e richiedendo la presentazione esclusivamente in forma telematica.
Tra le modifiche previste, si elimineranno varie richieste di dati, come gli estratti catastali relativi agli immobili e i certificati dei pubblici registri per navi e aeromobili. Si stabiliscono anche regole di territorialità per i trasferimenti derivanti da trust e altri vincoli di destinazione, determinando le modalità di imposizione a seconda della residenza del disponente.
Nel contesto delle donazioni, le modifiche puntano a unificare la normativa e a introdurre disposizioni sulla detrazione delle imposte pagate all’estero in relazione ai beni donati. Si conferma la disciplina delle liberalità, con l’applicazione di un’aliquota dell’otto per cento e l’esclusione dalla tassazione delle liberalità d’uso.
Il decreto promuove anche il principio dell’ autoliquidazione dell’imposta di successione per garantire un approccio più efficiente e trasparente nel pagamento delle imposte ereditarie.
In sintesi, le nuove disposizioni mirano a semplificare le gestioni ereditarie, a fornire maggiore certezza del diritto e a razionalizzare le procedure fiscali per favorire una maggiore conformità e trasparenza nel sistema tributario italiano.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/imposta-successione-e-donazioni-governo-cambia-regole-AFQNuHQD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati