Per raggiungere gli obiettivi europei del Green Deal, che prevedono una riduzione del 55% delle emissioni entro il 2030 e la neutralità entro il 2050, l’Italia deve accelerare e investire maggiormente nel trasporto ferroviario. Secondo il Rapporto Pendolaria di Legambiente, sono necessari nuovi finanziamenti significativi per potenziare i servizi ferroviari regionali e nazionali. In particolare, è essenziale concentrarsi sul potenziamento della rete ferroviaria del Mezzogiorno. Attualmente, l’Italia si trova in una posizione svantaggiata rispetto ad altre nazioni europee come Regno Unito, Germania e Spagna, a causa della mancanza di infrastrutture a supporto della mobilità sostenibile su rotaia.
Sono necessari interventi mirati e consistenti fino al 2030 per costruire linee metropolitane, tranvie e ferrovie suburbane, recuperando risorse dai progetti autostradali e stradali per finanziare soluzioni di trasporto più ecologiche. Le statistiche di Legambiente evidenziano il divario infrastrutturale dell’Italia rispetto ad altre nazioni europee, con una rete ferroviaria e metropolitane significativamente meno sviluppate. Roma, in particolare, si trova tra le capitali con la minor dotazione di metropolitane.
Gli investimenti attuali dell’Italia nel settore ferroviario sono insufficienti, con una preferenza per il trasporto su gomma rispetto a soluzioni ferroviarie più sostenibili. È fondamentale un cambiamento di rotta verso una maggiore sostenibilità con un focus diretto sul trasporto ferroviario per ridurre l’impatto ambientale del traffico veicolare, responsabile di una parte significativa delle emissioni di gas serra.

Maggiori approfondimenti: http://www.conquistedellavoro.it/attualit%C3%A0/il-trasporto-ferroviario-%C3%A8-sostenibile-e-green-ma-l-italia-%C3%A8-ferma-al-palo-1.3264273

Nessuno stagista o redattore è stato maltrattato o sfruttato per scrivere questo articolo.

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati