Il rinnovo del contratto dei bancari delle banche del credito cooperativo è un tema che sta giungendo al rush finale, con incontri in corso tra Federcasse, guidata dal vicepresidente Matteo Spanò, e i sindacati principali (Fabi, First, Fisac, Uilca e Ugl). Si prevede un aumento salariale di 435 euro per i lavoratori, in linea con quanto stabilito da Abi e dai sindacati del credito ordinario. La distribuzione delle tranche e la negoziazione degli arretrati sono i nodi cruciali attualmente in discussione.
La piattaforma di accordo è stata presentata lo scorso marzo, e al momento si lavora per raggiungere una sintesi che permetta alle imprese di includere gli aumenti già nel cedolino di luglio. Al di là della questione delle tranche, si affrontano tematiche territoriali e una possibile riduzione dell’orario lavorativo. Inoltre, si sta considerando il Fondo per l’occupazione del credito cooperativo (Focc) per sostenere le assunzioni di giovani lavoratori.
Le discussioni coinvolgono anche welfare, previdenza giovanile e flessibilità contrattuale, con un focus sulle proroghe dei contratti a termine. Il settore bancario sta valutando come favorire le assunzioni di giovani e rispondere alle esigenze generazionali. L’obiettivo è spostare risorse dal Fondo di sostegno al reddito al Focc per incentivare l’occupazione, in particolare di giovani, donne e lavoratori del Mezzogiorno.
La deserta bancaria è al centro delle discussioni, con la necessità di preservare un presidio territoriale adeguato mantenendo i livelli occupazionali. Le Bcc hanno dimostrato una maggiore presenza territoriale, mentre il tema della proroga dei contratti a termine è cruciale per affrontare le necessità stagionali del settore.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/bancari-bcc-rinnovo-contratto-rush-finale-arrivo-435-euro-AFN11LBC

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati