L’impegno per contrastare lo spopolamento delle zone interne e sostenere le Imprese attraverso interventi volti a potenziare i servizi è al centro dell’azione della Regione Sardegna con i Fondi Europei 2021-2027. Il 9 maggio scorso è stata presentata la programmazione del Fondo europeo di Sviluppo Regionale (Fesr), sottolineando l’importanza di valorizzare le risorse locali e ridurre il divario tra aree interne e urbane. Il vice presidente della Regione, Giuseppe Meloni, ha illustrato il quadro strategico e i progressi compiuti nonostante i ritardi e le sfide legate alla situazione ereditata e al contesto pandemico.
Il programma Fesr si articola in 6 priorità fondamentali che includono la Competitività Intelligente, la Transizione Digitale, la Sostenibilità Ambientale e urbana, e lo Sviluppo Sociale e territoriale. Si punta a coinvolgere attivamente la comunità locale, favorendo un approccio partecipativo e inclusivo alle politiche di sviluppo.
Le Imprese sardi osservano con interesse le possibilità offerte dai Fondi Europei, tuttavia chiedono maggiore chiarezza sui programmi e i tempi per poter pianificare adeguatamente le proprie attività. Settori cruciali come l’energia, le infrastrutture e i servizi sono individuati come aree prioritarie di intervento per favorire la crescita economica e migliorare la qualità della vita sul territorio.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/sardegna-il-2021-2027-programmato-50percento-risorse-obiettivo-zone-interne-AG3ZqoE

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati