Dal cuore della provincia di Lucca fino alle terre lontane della Malesia, passando per le regioni della Germania e dell’Olanda, microtest, un gruppo con sede ad Altopascio specializzato nella realizzazione di sistemi di test e nel testing di microchip e wafer di silicio, sta portando avanti il proprio piano di espansione internazionale con successo. Supportato da Xenon Private Equity, il gruppo ha ampliato le attività e i servizi offerti attraverso la sua filiale microtest Pacific, aperta nel 2018 per assistere i clienti nel mercato asiatico.
Con un investimento di oltre 5 milioni di euro nella nuova sede di Malacca, in Malaysia, la filiale ha ottenuto la licenza di produzione dalla Malaysian Investment Development Authority (Mida), consentendo al gruppo italiano di avviare una parte della produzione nel nuovo centro di assemblaggio di PCB. Questa iniziativa permetterà di espandere il Test House esistente, aggiornare tecnologie, e continuare lo sviluppo nel settore del packaging e del design microelettronico. In aggiunta, è previsto un incremento del 50% della forza lavoro nei prossimi 12 mesi.
Il focus sull’investimento in Italia rimane saldamente al centro della strategia di microtest, come sottolineato da Giuseppe Amelio, co-amministratore delegato insieme a Moreno Lupi. L’azienda, fondata nel 1999 anche da Francesco Cantini, si impegna a potenziare e modernizzare la sede di Altopascio, oltre a investire in ricerca e tecnologie per migliorare i prodotti in modo continuo.
La visione a lungo termine prevede investimenti per circa 25 milioni di euro nei prossimi 3-5 anni da parte dell’azienda toscana, che guarda alla Malesia come un punto strategico per servire il mercato asiatico con maggiori servizi e una vera e propria area produttiva. L’assemblaggio di una parte delle macchine prodotte in Italia e la realizzazione di ricambi costituiranno le principali attività della sede malese.
Nonostante il cuore decisionale rimanga in Italia, il potenziamento della sede di Malacca svolge un ruolo fondamentale nel conferire credibilità al processo complessivo di microtest. Questo investimento si inserisce nella crescita generale del gruppo, che, dopo aver segnato un incremento dell’81% nel 2023 rispetto al 2022, ha saputo reagire positivamente alla recente fase di rallentamento nel mercato della microelettronica.
Le caratteristiche distintive dei prodotti microtest, come l’efficienza energetica e l’impatto ambientale ridotto dei macchinari, li rendono particolarmente richiesti dalle aziende che puntano alla sostenibilità. Inoltre, le dimensioni contenute delle macchine offrono un vantaggio competitivo in termini di spazio e costi di installazione. Infine, l’azienda sta investendo in sistemi di intelligenza artificiale per semplificare la programmazione delle macchine, offrendo un servizio semiautomatico ai clienti.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/microtest-rafforza-presenza-malesia-AGGAosC

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati