Nelle regioni di Emilia Romagna, Lombardia, Marche e Veneto sono stati avviati importanti bandi finanziati con le risorse del Fondo Europeo di sviluppo regionale (FESR), per un totale di oltre 50 milioni di euro, finalizzati a sostenere le imprese che si concentrano sull’ efficientamento energetico ed sull’ economia circolare.
In Emilia Romagna, con un budget di 10 milioni di euro, è stato lanciato il programma intitolato “Promozione dell’ economia circolare e riduzione dei rifiuti nel sistema produttivo regionale”. Tale iniziativa sostiene i progetti presentati da PMI e professionisti per la riduzione dei materiali di scarto derivanti dalla produzione. Sono previsti incentivi anche per coloro che riutilizzano gli scarti produttivi, con finanziamenti che vanno da 300 mila a 2 milioni di euro a seconda della tipologia di progetto. Le domande potranno essere presentate entro il 10 maggio, escludendo settori come l’acquacoltura e la produzione primaria di prodotti del mare e agricoli.
In Lombardia, un bando simile mette a disposizione delle imprese un totale di 5 milioni di euro, supportando i progetti delle PMI che mirano a ridurre i rifiuti nei settori delle plastiche e del tessile, migliorando la gestione degli scarti. Tale iniziativa è aperta dal 7 maggio al 18 giugno e prevede la partecipazione sia delle PMI singole che aggregate, con un contributo massimo del 50% delle spese fino a un massimo di 300 mila euro.
La Regione Marche ha esteso fino al 10 maggio il bando “ innovazione sostenibile e digitale”, con un fondo di 28 milioni di euro a sostegno dei progetti innovativi delle aziende che intendono adottare modelli di economia circolare. Una quota di 5 milioni è specificamente destinata al finanziamento di progetti per i borghi. Per partecipare, il costo totale dell’investimento deve essere almeno di 25 mila euro per i progetti singoli e di 100 mila euro per quelli aggregati.
Infine, la Regione Veneto ha messo a disposizione un bando di 7,2 milioni di euro per sostenere le aziende che puntano alla crescita attraverso l’ economia circolare. I finanziamenti sono previsti per la riorganizzazione del prodotto o del packaging, gli impianti e i progetti per la riduzione dei consumi e la valorizzazione degli scarti di lavorazione. Le richieste potranno essere presentate entro le 17 del 18 luglio 2024, con finanziamenti che vanno dal 45% al 70% in base alla tipologia di impresa.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/economia-circolare-i-fondi-europei-arrivo-bandi-quattro-regioni-AFPTQxnD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati