Un nuovo capitolo si apre nel settore della digitalizzazione dei prodotti nel settore edile, elettrico e idrotermosanitario con il lancio del processo per l’adozione dello standard di classificazione internazionale Etim. Il primo passo importante è stato compiuto con la costituzione di Etim Italy, una rete d’impresa che si propone di guidare la transizione verso il nuovo standard univoco usato per classificare i prodotti tecnici.
La firma della lettera d’intenti è avvenuta recentemente nella sede milanese di Confcommercio da parte di importanti figure come Giorgio Casanova, direttore generale di Metel Srl, Luca Berardo, presidente di Sercomated, Gabriele Nicoli, vicepresidente di Sercomated, Corrado Oppizzi, segretario generale di Angaisa, e Mario Verduci, segretario generale di Federcomated. Questo team collabora unito per promuovere l’adozione del nuovo standard in tutte le filiere legate alle costruzioni, apportando notevoli vantaggi al settore.
Oltre alla promessa di un notevole miglioramento nello scambio di informazioni digitali B2B, più precise e affidabili, la digitalizzazione secondo lo standard Etim comporterà una maggiore efficienza attraverso forniture interconnesse, riduzione dei costi, miglioramento della qualità del servizio e maggiore competitività sui mercati nazionali e internazionali.
In Italia, sono oltre 700mila le imprese coinvolte, prevalentemente nel settore delle costruzioni, con una vasta rete di professionisti, tra cui geometri, architetti e ingegneri, uniti ad aziende produttrici, grossisti e distributori di materiali. La loro partecipazione è fondamentale per il successo di Etim Italy e per il futuro del settore.
Giorgio Casanova, direttore generale di Metel, sottolinea l’importanza strategica dell’iniziativa: “Insieme possiamo fare la differenza e rendere le imprese italiane più competitive sui mercati globali.”
La rete d’impresa Etim Italy si pone l’obiettivo di introdurre alle aziende italiane uno standard armonizzato con i modelli internazionali per la gestione dei listini e dei prodotti del settore edile, elettrico e idrotermosanitario. Con un approccio collaborativo, le organizzazioni coinvolte si preparano ad affrontare le sfide della digitalizzazione per migliorare l’efficienza dei processi aziendali e dare vita a un settore più competitivo e integrato.
L’adozione di Etim come standard per la classificazione dei prodotti tecnici promette una comunicazione più efficiente tra i diversi attori coinvolti, dall’inizio della catena produttiva fino ai clienti finali. Un sistema chiaro e standardizzato di identificazione e descrizione dei prodotti apre possibilità di crescita e di innovazione per tutto il settore.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/digitalizzazione-edilizia-via-rete-d-impresa-etim-AF50jtjD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati