La Fondazione Santa Lucia IRCCS si è aggiudicata finanziamenti per un totale di 11 progetti grazie al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) 2023 del Ministero della Salute. Questo prestigioso centro italiano riceverà risorse per oltre 10 milioni di euro, confermando il suo ruolo di eccellenza nella ricerca neuroscientifica.
L’ospedale romano sarà il promotore principale di 7 dei 11 progetti approvati, mentre in 4 avrà un ruolo operativo fondamentale. Tutte le iniziative si collocano nell’ampio ambito delle neuroscienze, in cui la Fondazione Santa Lucia si distingue come leader tra gli IRCCS italiani.
Dai progetti che indagano sull’asse intestino-cervello tramite il microbiota, coordinati dal professore Daniele Caprioli, all’avanguardia delle interfacce cervello-computer non invasive, tecnologia in cui il Santa Lucia IRCCS è un pioniere da oltre 20 anni grazie al lavoro della dott.ssa Donatella Mattia, vincitrice di uno dei progetti PNRR.
Nel settore delle tecnologie di stimolazione neurologica non invasiva, il professor Giacomo Koch, esperto di stimolazione magnetica transcranica ( TMS), vincitore di un importante progetto PNRR che integra la TMS con la stimolazione elettrica per i pazienti con Alzheimer.
Un focus importante è il progetto del professor Marcello D’Amelio, che unisce neuroimmagini, test neuropsicologici e biomarcatori ematici per predire precocemente lo sviluppo della malattia di Alzheimer.
Tra i progetti, si inserisce lo studio dei danni microstrutturali del midollo spinale tramite risonanza magnetica della dott.ssa Silvia Capuani; la ricerca traslazionale in neuroriabilitazione della professoressa Iole Indovina su nuovi trattamenti per le vertigini; e l’approccio del “doppio compito” del professor Marco Iosa per pazienti con patologie neuroinfiammatorie.
L’approccio dual task, applicato con successo presso il Santa Lucia IRCCS, unisce terapie motorie e cognitive per migliorare l’autonomia del paziente.
I progetti in cui la Fondazione Santa Lucia IRCCS partecipa come unità operativa riguardano neuroimmunologia, disordini neuropsichiatrici e neurotrasmettitori correlati.
Da evidenziare anche la partecipazione della dott.ssa Giovanna Borsellino in un progetto sullo studio dei biomarcatori per contrastare i tumori testa-collo.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/pnrr-fondazione-santa-lucia-ircss-finanziamenti-11-progetti-AFHwTziD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati