Il monitoraggio dei tempi di attesa per visite e esami diagnostici in Lombardia è diventato un’impresa ardua. La mancanza di trasparenza nei dati impedisce ai cittadini di conoscere con precisione quanto dovranno aspettare per accedere alle cure necessarie. Spesso si trova a fronteggiare mesi di attesa e la necessità di spostarsi per trovare un appuntamento disponibile, lontano da casa.

La segretaria regionale della CISL Lombardia, Roberta Vaia, sottolinea l’assenza totale di trasparenza nei dati e la mancanza di un sistema unificato di prenotazione tra strutture pubbliche e private accreditate. Questa situazione ingiusta costringe i cittadini a uno sforzo extra per cercare cure, spesso incontrando difficoltà e tempi di attesa non rispettati.

Le problematiche nel sistema sanitario lombardo, sollevate costantemente dalla CISL, richiedono interventi urgenti. Dalla necessità di un’agenda unica per le prenotazioni alla carenza di personale medico e infermieristico, la situazione appare critica e richiede soluzioni immediate.

Parallelamente alle questioni politiche, la CISL ha attivato i Punti Salute per fornire supporto ai cittadini, in particolare a coloro meno familiari con le procedure di prenotazione online. È fondamentale sensibilizzare sul corretto utilizzo delle risorse sanitarie e regolamentare il rapporto tra settore pubblico e privato per garantire un equilibrio di servizi di qualità.

Le sfide nel sistema sanitario lombardo richiedono un intervento tempestivo e coordinato per garantire a tutti un accesso equo e rapido alle cure necessarie, affrontando le lacune strutturali e organizzative attuali.

Maggiori approfondimenti: http://www.conquistedellavoro.it/attualit%C3%A0/lombardia-caos-su-liste-d-attesa-il-privato-prende-il-sopravvento-1.3276231

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati