Genova Industrie Navali ( Gin) compie un passo di rafforzamento e ampliameto delle sue attività nel settore della Cantieristica Navale e dell’ Impiantistica Industriale. Attraverso la neonata (e controllata al 100%) Gin Maritime Operations, il gruppo composto da T Mariotti e San Giorgio del porto ha acquisito la Chiatta Sommergibile Arcalupa, la cui gestione tecnica e commerciale sarà affidata alla società di ship management K-Ships. La submersible barge, spiegano i tecnici di Gin, rappresenta un’innovazione nel campo delle Operazioni Marittime, essendo dotata di una duplice funzionalità che le consente di operare sia come mezzo di trasporto, sia come piattaforma per il varo e l’alaggio di Megastrutture da banchine portuali e da aree di cantiere con specchio acqueo. Certificata per il trasporto di carichi eccezionali, Arcalupa vanta una capacità di carico di 14mila tonnellate e una portata del ponte di coperta di 30 tonnellate per metro quadrato. Costruita nel 2020 negli stabilimenti Cimolai, la chiatta vanta dimensioni eccezionali, pari a circa circa il 60% in più di quelle standard, con un peso di 3.800 tonnellate (che raggiunge le 4.200 tonnellate con le Torri di Galleggiamento), 127,2 metri di lunghezza, 31,5 metri di larghezza e 6,5 metri di altezza; caratterische che donano alla struttura flessibilità e multifunzionalità. Grazie all’installazione delle Torri di Galleggiamento, peraltro, è possibile sommergere la coperta fino a 6,5 metri con un pescaggio massimo di 13 metri, trasformandola in un bacino galleggiante per il varo di manufatti fino a 9.800 tonnellate. «L’acquisizione di Arcalupa – afferma Aldo Negri, presidente di Gin Maritime Operations – non rappresenta solo l’introduzione di un asset strategico al portafoglio del gruppo Genova Industrie Navali ma segna anche un significativo passo avanti nella nostra visione di sviluppo, consentendoci di aprire nuove strade nell’ambito delle operazioni marittimo-industriali e dell’ingegneria al servizio della logistica». Gin è una holding costituita nel 2008 dall’unione, come si è accennato, dei due storici cantieri genovesi T Mariotti e San Giorgio del Porto, entrambi fondati nel 1928. Oggi il gruppo è uno dei più importanti player delle costruzioni e riparazioni navali nell’area del Mediterraneo e fra i principali player privati della cantieristica in Italia. L’azienda può giovarsi di asset nei porti di Genova (area delle riparazioni navali, dove si estende su una superficie totale di circa 53mila metri quadrati, con 5 Bacini di Carenaggio), Marsiglia (3 Bacini di Carenaggio tra cui il 10, che è il più grande del Mediterraneo) e Piombino (dove gestisce circa 100mila metri quadrati per la realizzazione di un sito dedicato allo ship recyling e alla cantieristica).

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/gin-acquisisce-chiatta-sommergibile-le-riparazioni-navali-AFf68nZD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati