Gli occhi di tutti sono puntati sui visitatori provenienti dalla Cina, che tornano a animare il Salone del Mobile di Milano dopo lo scoppio della pandemia da Covid-19. L’evento, in programma dal 16 al 21 aprile presso la Fiera Milano a Rho, vede la partecipazione di circa 1.950 espositori, di cui il 33% stranieri, tra cui 600 Designer del Salone Satellite. Mentre la presenza cinese potrebbe non essere più predominante come in passato, nuovi attori internazionali come l’ India stanno emergendo come importanti partner nel settore dell’ Arredamento Italiano.
Il panorama commerciale si è evoluto, con i Paesi come gli Emirati Arabi Uniti che sono saliti al nono posto tra i mercati di destinazione dei mobili Italiani, mentre altri mercati si sono contratti a causa di eventi geopolitici come la guerra in Ucraina e le sanzioni.
Il Salone del Mobile si è reinventato negli ultimi anni per offrire un’esperienza sempre più coinvolgente ai visitatori, con un nuovo layout curato dallo studio Lombardini22, un focus sulle neuroscienze e sull’intelligenza artificiale, aree di relax, eventi culturali, e un’attenzione particolare ai giovani Designer e alle imprese emergenti. L’edizione di quest’anno si estenderà su una vasta area espositiva, presentando diverse manifestazioni tra cui EuroCu Cina, il Salone del Bagno, Workplace3.0 e l’evento S.Project.
Mentre le imprese del settore mobiliario si preparano a un potenziale anno di ripresa nel 2024, dopo le difficoltà del 2023, i dati di FederlegnoArredo indicano una tenuta del mercato nonostante una leggera contrazione delle vendite. Tuttavia, le prospettive si aprono con un cauto ottimismo, con previsioni di crescita sia per l’export che per il mercato interno nel corso dell’anno.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/il-salone-mobile-cambia-volto-intelligenza-artificiale-e-neuroscienze-AF05TfQD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati