L’imprenditore Roberto Bertazzoni, figura di spicco dell’epopea industriale che ha elevato la Smeg (Smalterie Metallurgiche Emiliane Guastalla) fondata dal padre Vittorio nel 1948 a uno status di multinazionale nel campo degli elettrodomestici, ci ha lasciato all’età di 81 anni a Parma. I suoi funerali si terranno martedì 2 aprile, alle ore 11.30, presso il Duomo di Guastalla (Reggio Emilia), la città natale dove ha visto la luce il 10 dicembre 1942. Roberto lascia dietro di sé la moglie Maria Rita Gandolfi e il figlio Vittorio, attuale capo della Smeg, un’azienda che conta circa 2.600 dipendenti e genera un fatturato superiore ai 900 milioni di euro.
Dopo essere stato nominato Cavaliere del Lavoro nel 1993 dal presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, Roberto Bertazzoni, laureato in Economia e Commercio, si è unito all’azienda di famiglia Smeg agli inizi degli anni ’70 per poi assumere le cariche di presidente e amministratore delegato. Grazie alla sua leadership basata su una strategia imprenditoriale che armonizzava la gestione di qualità, innovazione, tecnologia e stile del prodotto, la Smeg ha vissuto una continua crescita economica nel corso degli anni.
Collaboratore dei consigli di amministrazione di Mediobanca, Rcs Media Group e Unicredit, Roberto Bertazzoni ha contribuito significativamente ai successi nel settore degli elettrodomestici. La Smeg, oltre ad affermarsi come un marchio riconosciuto a livello internazionale nel mercato degli elettrodomestici, ha visto espandersi la sua presenza industriale e commerciale nei settori della ristorazione e dell’ elettromedicale.
La crescente popolarità del marchio Smeg e i risultati positivi ottenuti sui mercati nazionali e internazionali sono il frutto di un impegno costante verso l’evoluzione distintiva del prodotto, accompagnata da una vasta gamma di prodotti che costituiscono un pilastro fondamentale del successo e della competitività di Smeg.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/scomparso-roberto-bertazzoni-re-elettrodomestici-smeg-AFYhIPHD

Nessuno stagista o redattore è stato maltrattato o sfruttato per scrivere questo articolo.

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati