Nel mese di febbraio 2024, le statistiche dell’ Istat mostrano un leggero aumento dello 0,1% nella produzione industriale rispetto al mese precedente. Nel trimestre dicembre-febbraio, invece, si evidenzia un calo del 0,7% rispetto ai tre mesi precedenti. Su base annua, la produzione industriale in Italia ha registrato un declino del 3,1%. Gli aggiornamenti dell’ Istat indicano che l’indice destagionalizzato mensile riflette un aumento significativo per i beni strumentali (+3,5%) e una moderata stabilità per i beni intermedi (+0,1%). Al contrario, si osserva una diminuzione per i beni di consumo (-0,8%) e l’energia (-2,0%).
Analizzando l’andamento annuale, si nota un aumento solo per i beni strumentali (+1,7%), mentre si registra un calo per i beni intermedi (-2,1%), l’energia (-4,2%) e i beni di consumo (-5,3%). I settori che hanno mostrato maggiori incrementi sono la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+17,2%), le altre industrie manifatturiere (+2,5%) e la fabbricazione di apparecchiature elettriche (+1,7%). Al contrario, le maggiori diminuzioni si riscontrano nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli, e accessori (-11,7%), nella fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-10,8%) e nella fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche (-4,9%).
L’ Istat commenta che a febbraio c’è stata una lieve crescita della produzione industriale destagionalizzata rispetto a gennaio, ma nel confronto trimestrale si evidenzia una tendenza al ribasso. Su base annuale, escludendo gli effetti di calendario, l’indice industriale complessivo continua a segnare una fase recessiva in corso da 13 mesi. La diminuzione annua di febbraio coinvolge tutti i principali raggruppamenti industriali, ad eccezione dei beni strumentali.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/istat-produzione-industriale-01percento-febbraio-AFWVmDTD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati