I prodotti agroalimentari provenienti dai Paesi extra-Ue devono rispettare gli stessi standard di quelli imposti dall’Unione ai propri produttori interni, altrimenti si genera una forma di concorrenza sleale dove la competizione viene fatta solo sul costo e non sulla qualità. Questo principio di reciprocità è fondamentale per garantire equità e tutelare sia gli agricoltori europei che i consumatori. La questione dei cereali si pone come un punto di partenza cruciale, vista la centralità di questo settore nell’economia agricola mondiale. Difendere la produzione europea non è solo una questione economica ma anche di sicurezza alimentare e rispetto dell’ambiente.
L’Europa deve affrontare diverse sfide per promuovere un’agricoltura sostenibile e di qualità. Una priorità è riportare al centro dell’agenda politica la filiera agroalimentare, senza demonizzare gli agricoltori ma valorizzando le produzioni locali e promuovendo pratiche agricole rispettose dell’ambiente. È essenziale un maggiore investimento nell’innovazione agricola e nelle filiere produttive, così come una corretta gestione delle risorse della politica agricola Comune (Pac).
La questione della reciprocità nei trattati commerciali internazionali è cruciale per evitare pratiche sleali e proteggere l’agricoltura europea. Coldiretti chiede una riforma del codice doganale per garantire un’ etichettatura trasparente e impedire l’identificazione impropria delle origini dei prodotti. È necessario un impegno comune a livello europeo per promuovere trasparenza nelle filiere e proteggere le produzioni locali.
Le proteste degli agricoltori europei devono essere un segnale per le istituzioni, affinché si tenga conto delle esigenze del settore e si adottino politiche agricole coerenti e sostenibili. È fondamentale difendere la dieta mediterranea e contrastare pratiche che minacciano la produzione locale e la diversità alimentare. La questione del Nutriscore, pur accantonata, rimane attuale e richiede un approccio attento da parte delle autorità europee per garantire una corretta informazione ai consumatori.
In un contesto globale in continua evoluzione, l’Europa deve essere unita nel promuovere un’agricoltura equa, sostenibile e di qualità, rispettando i valori e le tradizioni della dieta mediterranea e valorizzando le produzioni locali.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/prandini-coldiretti-ci-vuole-reciprocita-tutti-trattati-ue-urgente-cereali-AGgbxMS

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati