Una nuova suddivisione tra opere “a mercato” e opere beneficiarie di “contributi selettivi” sta per entrare in vigore nel settore cinematografico e dell’ audiovisivo in Italia. Questa distinzione riguarda opere prime e seconde, produzioni cinematografiche di alta qualità artistica, ed opere che narrano eventi e personaggi della cultura italiana. Queste diverse categorie seguiranno iter diversi per beneficiare del credito d’imposta, insieme ad altre misure come la stretta sull’uso dell’intelligenza artificiale, il divieto di appalti a cascata e il rafforzamento delle verifiche.
Il nuovo tax credit per il cinema e l’ audiovisivo, annunciato dalla sottosegretaria al Mic Lucia Borgonzoni un anno fa, è finalmente pronto a essere implementato. Questa iniziativa, supportata anche dal ministro Gennaro Sangiuliano e dalla Direzione generale cinema del Mic guidata da Nicola Borrelli, si prevede possa entrare in funzione già entro quest’estate.
Il decreto interministeriale, che dovrebbe essere inviato al Mef e al Mimit per un parere entro la prossima settimana, porterà con sé diverse novità e aggiornamenti significativi. Tra questi, l’esclusione dei costi legati all’intelligenza artificiale per prestazioni creative e artistiche, il rafforzamento delle regole sull’eleggibilità dei costi sostenuti in Italia, e un nuovo mix percentuale per l’approvazione del tax credit.
Le risorse destinate al settore cinematografico e dell’ audiovisivo sono state indicate nel decreto di riparto, tuttavia si prevede che siano necessarie risorse aggiuntive considerando il crescente interesse e la partecipazione al programma di tax credit.
Il panorama delle produzioni che beneficiano del tax credit è variegato, con film di successo come “Memorie da Mexico city” di Luca Guadagnino e “Finalmente l’alba” di Saverio Costanzo che hanno ottenuto importanti sostegni finanziari attraverso questo sistema.
Complessivamente, il settore si prepara ad accogliere le nuove disposizioni con l’obiettivo di potenziare e sostenere il cinema e l’ audiovisivo italiani, assicurando trasparenza, investimenti adeguati e un’attenzione particolare alla qualità delle produzioni.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/cinema-e-audiovisivo-pronte-nuove-regole-tax-credit-AFSYdizD

Ebilav.it - CF: 97795640016 - © 2015-2019 Koweb | Tutti i diritti riservati